Cerca
Close this search box.
Fotografia della stessa persona in cui metà del viso ha una pelle giovane e l'altra metà una pelle invecchiata

Invecchiamento precoce: come combattere l’inflammaging

L’invecchiamento è un processo naturale e complesso, influenzato da una varietà di fattori sia interni che esterni. Tra i fattori esterni, il nostro stile di vita e la dieta giocano un ruolo cruciale. Al contrario, i fattori interni includono meccanismi come i processi infiammatori che agiscono deteriorando le cellule del corpo, compromettendo lipidi, proteine ​​e carboidrati, essenziali per il funzionamento cellulare e la salute generale.

Un aspetto chiave dell’invecchiamento interno è l’infiammazione, che è stata identificata come un importante indicatore biologico del logoramento. L’intima connessione tra infiammazione e invecchiamento è così significativa che è stato introdotto un nuovo termine, “inflammaging“, una fusione delle parole “infiammazione” e “invecchiamento“.

Questo termine è stato coniato per descrivere la condizione di infiammazione cronica che accelera il processo di vecchiaia nel corpo.

Comprendere e conoscere l’inflammaging

Iniziamo esaminando il concetto di infiammazione. Potremmo descriverla come un astuto alleato silenzioso dell’invecchiamento. L’invecchiamento in sé è un processo inevitabile e naturale al quale nessuno può sfuggire.

Tuttavia, ciò che devia dalla normalità è l’infiammazione cronica, capace di accelerare il processo di invecchiamento, predisponendo l’organismo a una varietà di malattie correlate all’età.
Immaginate l’infiammazione come un accelerante: versare benzina sul fuoco dell’invecchiamento, intensificandone la rapida combustione.

Questo fa sorgere due domande cruciali: quali sono le cause scatenanti dell’infiammazione e come possiamo prevenirla o mitigarla in modo proattivo? In altre parole, è essenziale comprendere cosa alimenta questo “fuoco” infiammatorio per essere in grado di adottare strategie che ne limitano l’impatto sul nostro benessere e invecchiamento.

L’infiammazione cronica e sistemica è spesso il risultato delle nostre scelte di vita e rappresenta un fattore determinante nell’accelerazione del processo infiammatorio.
Quando il corpo vive in uno stato di infiammazione continua, il rischio non è solo un invecchiamento accelerato, ma anche l’apertura delle porte a una varietà di malattie gravi e debilitanti. Parliamo di condizioni come l’Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi multipla, l’aterosclerosi, le malattie cardiache, il diabete di tipo II e l’osteoporosi tra le altre.

Queste non sono malattie riservate esclusivamente all’età avanzata; al contrario, possono manifestarsi in qualsiasi fase della vita se permettiamo all’infiammazione di prevalere e dominare il nostro stato di salute. Ecco perché è essenziale fare scelte consapevoli che promuovano un ambiente interno sano e limitano i rischi associati all’infiammazione cronica e sistemica.

I colpevoli: alimenti trasformati e tossine

Nel mondo odierno orientato alla comodità, la maggior parte di noi si ritrova a consumare cibi che sono, il più delle volte, i migliori amici dell’infiammazione. Gli alimenti trasformati, quelle tentazioni preconfezionate e pronte da mangiare che si trovano sugli scaffali dei supermercati, sono spesso carichi di additivi, zuccheri, conservanti e sostanze chimiche. 

Concedersi regolarmente queste scorciatoie culinarie può trasformare il tuo corpo in un campo di battaglia. Scegliere invece alimenti naturali e biologici come frutta, verdura, cereali integrali, legumi, noci e pesce. Questi sono gli elementi costitutivi di una dieta voluta dalla natura, priva degli additivi che causano infiammazioni presenti nei cibi trasformati. Considera l’idea di aggiungere integratori antinfiammatori come la curcuma o la curcumina alla tua dieta.

Esplora i superfood come frutti di bosco, tè verde e cioccolato fondente per le loro proprietà antietà. Ma non è solo quello che mangiamo; è anche ciò a cui siamo esposti. Le tossine ad esempio, sempre in agguato poiché nell’aria che respiriamo e le sostanze chimiche tossiche, dai profumi ai prodotti per la pulizia. Vivere in una città? È probabile che tu sia circondato da tossine.

Ecco perché è essenziale dare la priorità agli alimenti integrali e biologici, privi di pesticidi e sostanze chimiche. Una dieta di questo tipo aiuta il fegato a disintossicare il sistema dalle inevitabili tossine che incontri. Anche fumo e consumo eccessivo di alcol sono altri noti colpevoli dell’infiammazione.

Stress e mancanza di sonno

E non dimenticare lo stress, una parte quotidiana della vita. Un po’ di stress è necessario; ci aiuta a rispondere a potenziali minacce. Ma lo stress incessante che spesso sperimentiamo al giorno d’oggi può avere conseguenze disastrose per la nostra salute. Livelli elevati di cortisolo dovuti allo stress cronico contribuiscono ad aumentare l’infiammazione. Infatti, gli elevati livelli di infiammazione nel corpo causati dallo stress cronico, sopprimono il sistema immunitario del 40-70%.

Che cosa si può fare?

Nelle nostre vite frenetiche, è fondamentale trovare il proprio zen. Che si tratti di consapevolezza o meditazione, di un hobby o semplicemente di prendersi una pausa, trova ciò che ti aiuta a rilassarti e rendilo una pratica regolare. Queste attività aiutano a disconnettersi dal caos e a riconnettersi con la calma interiore, riducendo lo stress e l’infiammazione nel processo. Facendo scelte consapevoli come adottare una dieta sana, ridurre lo stress, limitare l’esposizione alle tossine, abbandonare quelle abitudini malsane e dedicare tempo alla cura di sé, è possibile trovare un equilibrio tra invecchiare con grazia e rimanere giovani. Non si tratta di fermare il tempo; si tratta di vivere una vita migliore e più sana.

-A cura di Samuela Nisi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.