Cerca
Close this search box.

Che scandalo! L’arte irresistibile di fare la calza

“Lasciate in pace la Commissaria Johansson”

Perchè disegnare, scarabocchiare qualche schizzo, fa “fico” e fare la calza o lavorare all’uncinetto mentre si ascolta qualcuno, non lo sarebbe? Sembrerebbe, dalle reazioni alla foto di Ylva Johansson, commissaria svedese per l’Unione europea, mentre lavora a maglia, che questo nobile passatempo sia parecchio inviso tra i commentatori italiani.

I giornali hanno infatti pubblicato la foto della Commissaria svedese, sostenendo – con un filo di scandalo – che il discorso del Presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, sullo stato dell’Unione, non dovesse essere abbastanza eccitante alle sue orecchie.

Tanto da indurla a fare altro. Insomma, in parole povere, il sottinteso dei giornalisti voleva esplicitare che la signora Johansson, in piena seduta dell’Europarlamento, si stesse davvero annoiando. Peggio ancora, l’altro sottinteso, tenuto invece ben nascosto tra le righe, era quello che le donne: “meglio che stiano a casa, a fare, appunto, la calza”.

Ma chi dice che fare la calza è donna?

Ma davvero siamo così provinciali? E davvero in Italia si ha questa immagine così polverosa e conformista su un passatempo così antico, nobile, e per molte persone anche appassionante? E poi chi l’ha detto che la commissaria socialdemocratica non stesse invece ascoltando con la massima attenzione? Ma, soprattutto, chi l’ha detto che fare la calza è donna? Già, perché, sorpresa, ci sono due aspetti cruciali che molti (in questo caso fra i media) non conoscono.

1) Il primo: svolgere un lavoro manuale soft mentre si ascolta qualcuno aiuta la concentrazione. Nè più nè meno di chi ascolta divertendosi a fare qualche scarabocchio o disegnino.

 2) Secondo, ancora più importante, pare che anche agli uomini non dispiaccia fare la calza! Già, davvero una sorpresa, ma ci sono moltissimi uomini che per rilassarsi lavorano all’uncinetto o ai ferri. Senza far scandalizzare alcuno e senza far pensare a qualcun altro che siano fuori luogo e che sarebbe molto meglio (in questo caso) che tornassero in ufficio.

Evviva la libertà, di fare quel che pare, purché non si urti la suscettibilità di qualcuno, o non si invada la libertà altrui. E per questo, cari media, lasciate in pace la Commissaria Johansson.

E voi che ne pensate? Conoscete qualche uomo che lavora a maglia? Raccontateci la vostra esperienza.

– A cura di V. A. R.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.