Cerca
Close this search box.
Una ragazza seduta sulla spiaggia al tramonto, con la testa tra le ginocchia

Cambio di stagione e salute mentale

Nell’ambito della psicologia ambientale, la transizione stagionale non è semplicemente un mutamento meteorologico, ma rappresenta una svolta significativa nel benessere psicologico dell’individuo. Il cambio di stagione emerge come un fattore significativo dunque nella salute mentale, influenzando profondamente numerosi individui. La comprensione di questo fenomeno, noto in termini medici come Disturbo Affettivo Stagionale (DAS), si arricchisce continuamente grazie agli avanzamenti della ricerca scientifica.

Il disturbo affettivo stagionale (DAS)

Il disturbo affettivo stagionale è classificato nel DSM-5 (manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione) come un tipo di depressione che segue un modello stagionale. In genere, si manifesta durante i mesi autunnali e invernali, quando la luce del giorno si riduce, per poi risolversi durante la primavera e l’estate.

La ricerca suggerisce che la riduzione dell’esposizione alla luce solare può influenzare il ritmo circadiano, ovvero l’orologio biologico interno, portando a sbalzi dell’umore e sintomi depressivi.

Tuttavia, alcune persone manifestano regolarmente episodi depressivi in estate o in altri momenti dell’anno. Spesso, i sintomi del DAS sono diversi a seconda del momento.

I sintomi del disturbo affettivo invernale tendono a differire dalla depressione tradizionale, includendo un aumento dell’appetito che brama i carboidrati e un aumento del sonno e del tempo trascorso a letto.

Allo stesso tempo, possono essere presenti anche sintomi più tradizionali, tra cui sensazione di fiacchezza e perdita di interesse nelle attività abituali.

È più comune nei soggetti con anamnesi familiare di DAS e nei soggetti con disturbo bipolare e tra le persone tra i 20 e i 30 anni. Inoltre, vivendo a latitudini settentrionali più elevate si è più suscettibili, probabilmente perché c’è meno luce.

Fisiologia del DAS

Dal punto di vista fisiologico, il DAS è stato collegato a variazioni nei livelli di serotonina e melatonina. La serotonina, un neurotrasmettitore associato alla sensazione di benessere, tende a diminuire con la riduzione dell’esposizione alla luce solare, influenzando negativamente l’umore.

Parallelamente, la melatonina, che regola il sonno, può essere prodotta in quantità maggiore durante i mesi più bui, causando sonnolenza diurna e disturbi del ritmo sonno-veglia.

Effetti psicologici del cambio di stagione

Nonostante l’attenzione concentrata sul disturbo affettivo stagionale, è importante riconoscere che il cambio di stagione può influenzare la salute mentale in modi che vanno oltre il DAS. Variazioni nella luminosità, temperatura e modelli climatici possono influenzare il comportamento, l’energia e il benessere psicologico di una persona.

Ad esempio, alcuni individui possono sperimentare un rinnovato senso di vitalità e motivazione con l’arrivo della primavera, mentre altri possono trovare le stagioni più calde sfidanti a causa di problemi legati al calore e all’umidità.

Trattamenti e interventi

La terapia della luce (o fototerapia) è spesso considerata un trattamento di prima linea per il DAS, simulando l’esposizione alla luce solare e contribuendo a normalizzare i ritmi circadiani. Prevede l’esposizione quotidiana, durante i mesi in cui è presente la sintomatologia depressiva, ad una fonte luminosa artificiale d’intensità pari a 10.000 lux, prodotta con apposite lampade dotate di filtri per i raggi ultravioletti.

Si tratta di un’intensità di luce circa 20 volte superiore all’intensità media della luce in una stanza.Gli approcci farmacologici, inclusi gli antidepressivi che mirano a bilanciare i livelli di serotonina, possono essere efficaci per alcuni pazienti.

Interventi comportamentali, come la gestione dello stress e l’esercizio fisico regolare, sono raccomandati per migliorare la qualità del sonno e promuovere il benessere generale.

-A cura di Samuela Nisi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.