Cerca
Close this search box.
Una donna a pancia n giù con delle pietre nere sulla schiena

Scegliere il massaggio e il massaggiatore con criterio

Nel mondo del benessere, i massaggi occupano un posto di rilievo, offrendo benefici tangibili sia per il corpo che per la mente. Tuttavia, scegliere il tipo di massaggio e il professionista giusto non è sempre semplice, soprattutto considerando la varietà delle tecniche disponibili e l’importanza di rivolgersi a operatori qualificati, in linea con la legislazione vigente.

I diversi tipi di massaggio

Prima di tutto, è fondamentale conoscere i diversi tipi di massaggio per poter scegliere quello più adatto alle proprie esigenze:

  • Massaggio svedese: ideale per i principianti, è mirato al rilassamento generale e all’eliminazione delle tensioni muscolari. Si caratterizza per l’esecuzione di differenti ma ben precise manipolazioni (sfioramenti, sfregamenti, impastamenti, frizioni, percussioni) di intensità più o meno elevata. Generalmente, è prevista la manipolazione dell’intero corpo ma, a seconda delle esigenze del massaggiato, è possibile manipolare anche solo alcune aree.
  • Massaggio deep tissue: più intenso del massaggio svedese, punta a sciogliere nodi muscolari profondi. Il Deep Tissue è un trattamento che fa parte della famiglia del massaggio miofasciale e si configura come una pratica che agisce in profondità, con la finalità di eliminare le aderenze che si formano a livello del tessuto connettivo. Sollecita la fascia muscolare e l’aponeurosi, favorendo il fisiologico scorrimento del tessuto connettivale sui ventri muscolari. È consigliato per chi soffre di tensioni croniche.
  • Massaggio sportivo: specifico per gli atleti, aiuta nella prevenzione e nel recupero da infortuni sportivi. È un insieme di manualità studiate ad hoc, per intervenire sugli atleti e sugli sportivi in generale. Non è una tecnica standard che si può applicare in maniera sequenziale per tutti, anzi viene adeguata in base allo sportivo e alla disciplina che svolge.
  • Massaggio ayurvedico: di origini antiche indiane, questo tipo di massaggio si concentra sul riequilibrio energetico del corpo. Il massaggio ayurvedico rigenera l’organismo e la psiche, incentivando i processi di autoguarigione e la pace interiore. Nella tradizione Ayurvedica, diffusa soprattutto in India, corpo e mente sono un’unità indissolubile. Secondo questa filosofia, ogni parte del corpo è influenzata da tre bioenergie principali chiamate dosha (Vata, Pitta e Kapha), il cui squilibrio porterebbe all’insorgenza di problemi di varia natura, sia fisici che psichici. Il massaggio ayurvedico è quindi fondamentale per la salute perché con esso si eliminano le tossine fisiche e mentali, creando un equilibrio emozionale positivo ed elevando lo spirito.
  • Massaggio con pietre calde: utilizza pietre riscaldate per rilassare e sciogliere i muscoli tesi attraverso il calore. Il massaggio “hot stone”, in Italia più comunemente conosciuto come massaggio con pietre calde, è praticato da millenni ma ritornato negli ultimi anni di moda in America per poi approdare nella nostra penisola. L’hot stone massage è un massaggio olistico che tratta mente e corpo. L’azione terapeutica di questo massaggio si ha grazie a pietre basaltiche o vulcaniche che rilasciano lentamente calore. Solitamente a seconda del problema da trattare, alle pietre si affianca il massaggio adatto con oli, aromi o creme massaggio.

Legislazione e professionisti qualificati

La scelta del massaggiatore è altrettanto importante quanto la tipologia di massaggio. In Italia, la figura del massaggiatore è regolamentata dalla legge, la quale distingue tra operatori del benessere e professionisti sanitari. Secondo la normativa vigente, i massaggi possono essere suddivisi in due grandi categorie:

  • Massaggi estetici: effettuati da estetiste qualificate, questi trattamenti sono mirati al miglioramento dell’aspetto esteriore e al benessere psicofisico, senza finalità terapeutiche.
  • Massaggi terapeutici: questi massaggi devono essere eseguiti esclusivamente da fisioterapisti o da altri professionisti sanitari autorizzati, in quanto hanno obiettivi di riabilitazione e trattamento di patologie specifiche.

È vitale assicurarsi che il massaggiatore scelto possieda le qualifiche necessarie per il tipo di massaggio desiderato. I professionisti qualificati sono registrati presso appositi albi professionali e devono essere in grado di dimostrare la loro competenza e formazione.

Consigli per una scelta consapevole

Per garantire un’esperienza sicura e soddisfacente, considerate i seguenti consigli nella scelta del massaggio e del massaggiatore:

  • Identificate le vostre esigenze: scegliete il tipo di massaggio in base alle vostre necessità specifiche, sia esse di rilassamento, terapeutiche o sportive.
  • Ricerca e qualifiche: verificate le qualifiche del professionista, preferibilmente scegliendo operatori raccomandati o ben recensiti.
  • Comunicazione: non esitate a discutere apertamente con il massaggiatore riguardo eventuali preoccupazioni o aspettative che avete in merito al trattamento.

-A cura di Samuela Nisi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.