Cerca
Close this search box.

Rischio di osteoporosi, è colpa anche della cattiva qualità dell’aria

Sapevi che l’inquinamento ‘corrode’ anche le ossa? Insomma in qualche misura contribuisce ad aumentare, soprattutto in noi donne in età post-menopausale, il rischio di manifestare osteoporosi, accelerando il processo di decalcificazione dell’osso. A subire i maggiori danni sarebbe la zona lombare: lo asserisce uno studio americano condotto dalla Columbia University Mailman School of Public Health, poi pubblicato su una nota rivista scientifica internazionale.

Lo studio

Può essere preso in considerazione ‘sul serio’ , essendo stato condotto su numeri importanti fornendo dunque informazioni di fondamento scientifico. La ricerca si è basata sui dati ricavati da 161.808 donne in post menopausa che erano parte dello studio Women’s Health Initiative, con l’obiettivo di verificare se gli inquinanti ambientali, come i livelli di PM10, ossido nitrico, biossido di azoto e anidride solforosa, potessero impattare, in quale misura e quantità , sulla compromissione dell’osso. Le valutazioni hanno tenuto conto del luogo di residenza delle donne, della densità minerale ossea al momento dell’arruolamento nello studio, poi rivalutata a uno, tre e sei anni di follow-up, utilizzando l’assorbimetria a raggi X a doppia energia.

I risultati

Le aspettative dei ricercatori non sono state smentite. E’ risultato infatti che gli ossidi di azoto ‘mangiano’ la colonna a livello lombare, con una riduzione annuale della densità minerale ossea dell’1,22%, quasi il doppio rispetto all’effetto dell’invecchiamento. Gli esperti ipotizzano che il fenomeno possa essere dovuto alla morte delle cellule ossee per danno ossidativo, insomma per una erosione dell’osso stesso. Sarebbe una prima prova dunque che la scarsa qualità dell’aria oltre che su polmoni e vie respiratorie posso avere effetti importanti anche sul ben-essere dell’intero organismo, rappresentando nello specifico un fattore di rischio per la perdita ossea, indipendentemente da fattori socioeconomici o demografici, due elementi che hanno sempre un ruolo nella determinazione delle cause e delle risultanze.

Che ne pensi, hai trovato questa informazione importante? Come potremmo migliorare secondo te la qualità dell’aria?

-A cura di Francesca Morelli

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.