Cerca
Close this search box.

Fammi vedere come scrivi e ti dirò chi sei

Due più due non fa sempre quattro, almeno quando si parla di scrittura e di ‘interpretazione’ della personalità . La scrittura è infatti espressione dell’unicità della persona, che mette nero su bianco il suo intero patrimonio – caratteriale, emotivo e intellettivo – e come tale non vi sarà mai una scrittura uguale ad un’altra. Si potranno avere caratteri e caratteristiche simili, ma basta un segno, un tratto della penna, a ‘cambiare’ il profilo di due persone che sembravano poter condividere la parte di un tutto.

La grafologia. Non è divinazione, fortuna o caso. La grafologia è una scienza, certamente non perfetta, come la matematica perché non nasce da un calcolo, ma dal vissuto personale ed umano di chi scrive e che riversa sul foglio attraverso la penna, la scrittura, il suo vissuto, nella sua interezza: il passato, il presente e il futuro. Le inclinazioni, le predisposizioni, le emozioni, la forma mentis, le origini, le aspettative, gli obiettivi, le fragilità e i punti di forza: tutto è lì. Nulla può essere ‘nascosto’ nella e dalla scrittura, perché fluisce dall’inconscio, dal nostro percorso in divenire, dinamico. Come tale non può essere esatto o prevedibile. Né ipotizzabile: il nostro essere si plasma sul ‘patrimonio genetico’, sulle qualità innate che ci portiamo dentro dalla nascita e sulla componente esperienziale, il vissuto, il patrimonio acquisito. Che si modula e ci modula anche in funzione delle risposte, positive o negative, che riceviamo dall’ambiente e dalle persone che ci circondano. Ecco perché mai scrittura potrà essere identica e interpretabile alla pari di un’altra.

Cosa consente di conoscere la (‘nostra’) scrittura. Tutto e spesso ci rivela aspetti che nemmeno sospettavamo o supponevamo di avere. Ci dichiara il carattere; ci indica le caratteristiche della nostra intelligenza, più vocata ad esempio a un pensiero analitico, sintetico, creativo, concreto e così via; la nostra affettività , come cioè ci rapportiamo con l’altro nelle relazioni interpersonali quotidiane e con il partener. è una sorta di lettura a raggi X, proprio come una radiografica, di quello che siamo e come nulla sfugge agli scanner medici, così nulla sfugge alla scrittura.

Gli ambiti applicativi. Sono diversi e tutti hanno un valido scopo: se l’analisi è limitata allo studio della personalità , favoriscono la migliore conoscere del sé, dei propri talenti e potenzialità aiutando alla loro migliore messa a frutto. Ma trova applicazione anche in diversi contesti, funzionali a età e obiettivi: ad esempio consente di avviare un ragazzino, dopo la scuola dall’obbligo, a indirizzi di studi più confacenti alle proprie inclinazioni, ma anche di collocare un professionista nella posizione in cui potrà esprimersi al meglio, di leadership, di subalterno, di spalla o in altro ruolo e con specifiche mansioni funzionali alle caratteristiche innate. In ambito clinico, chi sa interpretare la scrittura può offrire un valido supporto al medico specialista (ad esempio uno psicologo) che potrà perfezionare così la sua diagnosi, conoscendo alcuni aspetti del proprio paziente non emersi dal colloquio o è possibile tramite il confronto della scrittura di due partner fare una consulenza di coppia, sapere cioè se ci sono affinità che possano favorire la relazione o perché, viceversa, sono nati degli screzi e la coppia è scoppiata. Infine la scrittura, seppure con qualche diversità di approccio e analisi, può essere utile in ambito peritale: in casi di eredità , testamentari, per capire se sono state ‘manomesse’ e/o manipolate le volontà dello scrivente e se al momento della stesura della stesse era capace di intendere e di volere. Ma si può anche smascherare colui che invia messaggi anonimi; fare perizie di autenticità su firme di quadri e/o altre opere d’arte, dunque entrando ufficialmente anche fra i periti dei tribunali.

Dunque – Diffida di chi si ‘beffa’ di questa scienza. Gli ambiti in cui si applica e le possibilità di analisi e conoscenza che offre, la fanno assurgere alla dignità di qualunque altra disciplina umanistica e scientifica. E lo studio della scrittura, che avvicina alla persona, non può pertanto che essere insieme veritiero, verace, affascinante e sorprendente.

Conoscevi il potenziale della scrittura? Può essere innanzitutto una ‘alleata’ preziosa per conoscere te stessa e sfruttare al meglio i tuoi talenti! Non ti piacerebbe approcciarti a questa disciplina?

– Francesca Morelli

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.