Cerca
Close this search box.

AAA, Cercasi rinnovo disperatamente

Passaporti? Al via il nuovo gioco dell’oca

Avete voglia di un bel viaggetto oltre confine? Siete stati invitati a un matrimonio all’estero? O più semplicemente, avete programmato una vacanza in Grecia o in qualche bella isola nel mondo? Si, viaggiare, dolcemente viaggiare, e tornare a viaggiare, come cantava il grande Lucio Battisti. A chi non piacerebbe? Beh, dimenticatevelo. Benvenuti al giro di boa degli anni duemila ventitré e rotti, gli anni della grande intelligenza artificiale (ancora sconosciuta negli uffici pubblici), dove si discute di robot e strapotere sull’uomo, e dove però rinnovare un documento ਠil nuovo gioco dell’oca dell’italian burocrazia-way! O il nuovo precipizio nel girone infernale dei ritardi, del caos, e dell’autarchia: si viaggia solo entro i confini per ammirare le bellezze e la cultura italica, così che, bel vantaggio, la valuta resti in casa. Prendere o lasciare.

Dov’ਠsono finiti gli impiegati statali? Possibile che siano tutti ancora in smart working?

Insomma, il viaggio può permetterselo solo chi ha la fortuna di avere i documenti ancora in regola (prezzi degli aerei permettendo). Ma chi invece ਠstato colpito dalla scadenza di passaporto o carta d’identità dagli anni del Covid in poi, lasci ogni speranza…a tempi migliori. Qui non si usa più così facilmente come prima, quando ci presentavamo allo sportello e ci facevano a vista la carta d’identità . Adesso ਠuna gran bella fortuna se lo sportello ਠaperto e se dietro c’ਠancora un essere vivente. Forse.

A Bari, Bologna, Genova, Padova, Torino, Roma, Milano, secondo una recentissima indagine di Altroconsumo, e secondo l’esperienza personale di molti di noi, per avere il passaporto non si riesce ad avere neanche l’appuntamento in Questura. Tempi biblici. Per avere il documento a Bolzano servono fino a sette mesi; cinque ad Ancona. Genova e Padova, quasi impossibile prenotare e così via in ben 13 città italiane, compresa, e questo ਠsorprendente, Milano. A Roma appuntamenti da prenotare solo online, ma, sorpresa, solo alle otto del mattino. E naturalmente, come nella migliore delle beffe, alle otto del mattino il più delle volte non si riesce nemmeno ad accedere alla piattaforma ministeriale.

Ma perché è diventato così difficile fare un documento?

Principalmente perché¨ il sistema digitale per la prenotazione online non sembra ancora all’altezza, secondo perché¨ manca il personale e di conseguenza gli uffici che dovrebbero aprire al pubblico restano chiusi o sono aperti con disponibilità inadeguate alla necessità . E non tanto meglio va l’istituzione di una qualche giornata open day dedicata a chi non riesce a prenotare online. Troppo poco davvero.

E allora?

Allora dichiariamo l’Italia chiusa per i viaggi? Cosa aspetta il governo a intervenire? Perché¨ il problema non viene affrontato seriamente? Che può fare il povero cittadino? Forse, la soluzione ce la indica ancora Battisti: ci vorrebbe davvero quel ‘gran genio del mio amico…’

E voi che esperienza avete avuto? Riuscite a rinnovare i vostri documenti? Diteci la vostra!

-A cura di V.A.R.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.