Cerca
Close this search box.
Una ragazza stesa sul prato con fiori di soffione

Quali sono le allergie di stagione in primavera?

Con l’arrivo della primavera, la natura si risveglia in tutta la sua splendida varietà. Tuttavia, per molte persone, questo risveglio porta con sé le allergie stagionali, un disagio che può influenzare notevolmente la qualità della vita. Le allergie che emergono come asma o riniti quando si è esposti o si entra in contatto con i pollini presentano sintomi tipici che interessano le mucose in vari modi:

Mucose delle vie respiratorie: si possono verificare tracheite, accompagnata da tosse, e asma bronchiale.

Mucose nasali: si manifestano con ostruzione delle narici, secrezione di liquido chiaro, prurito e frequenti starnuti.

Mucose oculari: si caratterizzano per prurito, aumento della lacrimazione, rossore e gonfiore della congiuntiva.

Quali sono le allergie di stagione in primavera?

Le allergie primaverili sono principalmente scatenate da pollini rilasciati da alberi, erba e piante erbacee. Queste particelle microscopiche si diffondono nell’aria per fertilizzare altre piante, ma quando vengono inalate da soggetti allergici, possono causare reazioni avverse. Le piante più comuni che provocano allergie in primavera includono:

Betulla: uno dei primi alberi a fiorire in primavera, noto per causare intensi sintomi allergici.

Parietaria: nelle regioni meridionali il periodo pollinico è molto prolungato e inizia a febbraio-marzo, raggiunge l’apice tra aprile e maggio e permane fino a luglio.

Graminacee: verso la fine della primavera, le erbe iniziano a rilasciare polline, contribuendo alle allergie stagionali.

Ulivo: fiorisce da metà aprile a fine maggio; un soggetto affetto da rinite allergica causata dall’ulivo può presentare sintomatologia quando è presente in aria polline di altre oleacee quali frassino, ligustro, gelsomino.

Cipresso: il cipresso fiorisce tra febbraio e maggio, rendendo questo periodo altrettanto critico per coloro che sono affetti da rinite allergica.

Come avvengono le reazioni allergiche?

Le reazioni allergiche avvengono quando il sistema immunitario reagisce eccessivamente al contatto con sostanze normalmente innocue, come il polline. Il corpo identifica erroneamente queste particelle come minacce, scatenando una risposta immunitaria che rilascia istamina e altre sostanze chimiche, causando sintomi come starnuti, prurito agli occhi, congestione nasale e mal di testa.

Rimedi per le allergie primaverili

Fortunatamente, ci sono diversi modi per gestire e alleviare i sintomi delle allergie stagionali:

Evitare gli allergeni: è importante tenere le finestre chiuse durante i periodi di maggiore diffusione del polline, utilizzare l’aria condizionata in casa e in auto, indossare occhiali da sole e mascherine quando si esce e fare la doccia prima di andare a letto per rimuovere il polline dai capelli e dalla pelle.

Antistaminici: sono tra i trattamenti più comuni per le allergie. Gli antistaminici possono aiutare a controllare gli starnuti, il prurito e la secrezione nasale.

Spray nasali steroidei: riducono l’infiammazione nel naso, alleviando la congestione e altri sintomi.

Lavaggi nasali con soluzione salina: pulire le cavità nasali con una soluzione salina può aiutare a rimuovere il polline intrappolato e alleviare la congestione.

Immunoterapia: per chi soffre di allergie gravi, l’immunoterapia o “vaccini per le allergie” possono essere una soluzione a lungo termine. Questa terapia comporta l’esposizione graduale al polline per desensibilizzare il sistema immunitario.

Rimedi naturali: l’utilizzo di purificatori d’aria, l’assunzione di integratori a base di omega-3 e la pratica di tecniche di rilassamento possono supportare il benessere generale e mitigare i sintomi.

Le allergie di stagione in primavera possono essere fastidiose, ma con le giuste precauzioni e trattamenti è possibile gestirle efficacemente.

Identificare i propri allergeni specifici con l’aiuto di un allergologo è fondamentale per scegliere il trattamento più adatto e godersi la primavera con minor disagio. Ricordiamo l’importanza di consultare un medico prima di intraprendere qualsiasi nuovo trattamento o rimedio naturale.

-A cura di Samuela Nisi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.