Cerca
Close this search box.
Modellino dell'apparato genitale femminile

Ottime notizie, c’è una nuova terapia per il tumore all’endometrio

Plauso, come sempre alla ricerca scientifica, questa volta a beneficio del tumore dell’endometrio. È stato di recente approvato, anche in Italia, nell’armamentario terapeutico un nuovo farmaco: si chiama dostarlimab, è un anticorpo monoclonale in grado di riattivare in una paziente su tre la capacità dell’organismo di difendersi da solo.

In buona sostanza questo farmaco è una immunoterapia, cioè un metodo per la cura delle patologie, comprese quelle oncologiche, basato sull’impiego di sostanze che agiscono sul sistema immunitario e ne sfruttano tutte le potenzialità. La terapia quindi stimola l’organismo ad attivare reazione e azioni che contrastano il tumore.

Per chi è efficace?

Dostarlimab è indicato nel trattamento di tumori dell’endometrio che presentano due specifiche caratteristiche, identificate con la sigla dMMR (deficit della riparazione dei mismatch del DNA) e MSI-H (elevata instabilità dei microsatelliti). L’efficacia del farmaco è stata misurata dallo studio GARNET che ha fatto rilevare in 6 donne su 10 con malattia localmente avanzata o metastatica e con le caratteristiche descritte, un buon controllo della malattia dopo oltre due anni, grazie alla riattivazione del sistema immunitario.

Un risultato che gli esperti accolgono con soddisfazione: «I dati dello studio GARNET – dichiara la professoressa Nicoletta Colombo, docente di Ginecologia e Ostetricia all’Università di Milano Bicocca e direttrice del programma di ginecologia oncologica allo IEO (istituto Europeo di Oncologia, Milano) – sono importanti: confermano un tasso di risposta estremamente elevato nelle pazienti con dMMR/MSI-H e risposte durature al follow-up con un impatto decisivo sulla sopravvivenza libera da progressione di malattia».

Il tumore dell’endometrio

In Italia si contano ogni anno all’incirca 10 mila nuove diagnosi, soprattutto a carico di donne in menopausa e post-menopausa, tra i 50 e i 70 anni, e rappresenta la quasi totalità dei tumori del corpo dell’utero. Il tumore dell’endometrio si sviluppa infatti dalle cellule endometriali che rivestono la cavità interna dell’utero.

Purtroppo, a differenza di altri tumori femminili, non ci sono grosse opportunità di prevenzione: è indicato sottoporsi a uno “screening” con una ecografia transvaginale (è bene farsi consigliare dal proprio ginecologo di riferimento o dal medico di famiglia) e tra i comportamenti che attengono a uno stile di vita sano, anche a favore della protezione da un rischio oncologico per l’endometrio, gli esperti raccomandano di seguire una dieta sana e ricca di fibre e di svolgere regolare attività fisica.

Due azioni che aiutano a mantenere sotto controllo il peso, prevenendo sovrappeso e obesità, che è uno dei principali fattori di rischio per la sua insorgenza.

Anche la pillola anticoncezionale con dosaggio bilanciato di estrogeni e progesterone o la minipillola a base di solo progesterone sembrerebbero avere un effetto protettivo, riducendo il rischio di questo tumore ma anche dell’ovaio e del colon. L’assunzione sempre, naturalmente, dietro prescrizione medica!

Attenzione a possibili campanelli di allarme

Un sanguinamento vaginale anomalo che si verifica dopo la menopausa o in un momento diverso dal regolare ciclo in età fertile, è una ‘indicazione’ a fare una visita specialistica. Scovare questo tumore all’esordio, quando è ancora confinato all’utero, aumenta le possibilità di trattamento che prevedono innanzitutto la chirurgia, seguita da diverse terapie in base allo stato di avanzamento della malattia.

Mai notizie sono benvenute come queste, sia nel caso che il problema coinvolga proprio te o i tuoi affetti. La speranza di una cura è una leva potente che sprona ancora di più a lottare contro la malattia per la forza della vita.

-A cura di Francesca Morelli

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.