Cerca
Close this search box.
Delle capsule rosse di omega 7 e al centro la scritta composta da lettere

La famiglia degli “omega”: il 7 che fa bene alla bellezza

Sono ormai noti i benefici effetti correlati agli Omega-3, assunti tramite il cibo o gli integratori, per la prevenzione di malattie cardiovascolari, e tra queste patologie cardiache e l’ictus, per il controllo di alcune malattie di natura autoimmune come lupus, l’artrite reumatoide, altre dermatologiche come l’eczema fino a recenti studi che confermerebbero effetti positivi anche a livello cerebrale, secondo cui mangiare più cibi con acidi grassi omega-3 nella mezza età aiuterebbe la capacità di pensiero.

Preziosi sono anche gli Omega 6, anch’essi acidi grassi che vanno assunti tramite l’alimentazione o di supplementazioni, proposti per vari scopi: ridurre il rischio, anche in questo caso, di malattie cardiovascolari, prevenire alcuni tumori e per tenere a bada il colesterolo, abbassando quello cattivo e aumentando quello buono.

A quest’ultimo obiettivo possono contribuire anche gli Omega-9, questi sono contenuti nella frutta secca, come mandorle, anacardi, noci di macadamia, noci di pecan, pinoli e nocciole; in alcuni oli tra cui olio di avocado, mandorle, canola e olio d’oliva, ma a che negli avocado (frutto), nelle olive e in alcuni pesci in moderate quantità, quali salmone, pesce spada, tonno. 

Si aggiungono gli Omega-7

Si affacciano oggi nella grande famiglia degli Omega e stanno destando l’interesse della scienza perché, come i “fratelli”, favoriscono il buon funzionamento di cuore e cervello, hanno azione antinfiammatoria, regolano i lipidi, proteggono la salute gastrointestinale, agiscono positivamente sul controllo del colesterolo, a vantaggio naturalmente di quello buono e in ambito oncologico sembrano contribuire a fare stare meglio soprattutto i pazienti oncologici con tumori alla testa e al collo durante la chemioterapia e nel decorso post-operatorio.

E, dulcis in fundo, sarebbero un potenziale “elisir” per la pelle, migliorando l’idratazione di tessuti e mucose, come anche il ben-essere di capelli e unghie, tanto da aver meritato l’appellativo di Omega della bellezza.

Che cosa sono?

 Gli Omega-7, noti anche come acido palmitoleico, sono acidi grassi monoinsaturi più rari rispetto agli altri della famiglia, presenti in alcuni oli, come l’olio di bacche di olivello spinoso – in assoluto la fonte più ricca di questo elemento – quello di noci di macadamia (acido palmitoleico), l’avocado e il suo olio ma anche in alcuni prodotti caseari e di origine animale.

Diversi studi, oltre a quanto anticipato, sembrerebbero attribuire a questo acido grasso proprietà sul controllo del peso con una azione “brucia grasso e zuccheri”. Sarebbero cioè in grado di agire sul sistema di controllo energetico del corpo che a sua volta governa il metabolismo: dunque, potenzialmente potrebbero contribuire a contrastare obesità e sovrappeso, a loro volta associate alo sviluppo di problematiche metaboliche e cardiovascolari.

Ecco spiegato il circolo virtuoso legato a questo specifico Omega. Che cosa auspica la scienza medica? Che, visti i molteplici benefici, al pari degli altri omega anche il “numero 7” possa essere incluso tra gli integratori standard per la salute.

-A cura di Francesca Morelli

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.