Cerca
Close this search box.
Una panoramica di bottigliette in vetro che contengono essenze profumate

I profumi orientali: un viaggio sensoriale che conquista i social

Negli ultimi anni, i profumi orientali hanno assunto una posizione di rilievo nel mondo della bellezza e della profumeria, diventando una vera e propria tendenza su tutte le piattaforme social.

Questa crescente popolarità può essere attribuita a vari fattori, che vanno dall’esotismo delle loro fragranze alla loro capacità di evocare immagini lussureggianti e atmosfere avvolgenti.

L’essenza dell’Oriente: caratteristiche e ingredienti

I profumi orientali, noti anche come “ambery” per la loro ricca base di ambra, sono famosi per le loro composizioni calde e speziate. Questi profumi incorporano ingredienti come vaniglia, muschio, resine e legni esotici, arricchiti spesso da note di incenso, spezie (come la cannella e il cardamomo) e fiori dolci (come il gelsomino e l’ylang-ylang).

Questa combinazione crea fragranze profonde, persistenti e incredibilmente sensuali che promettono un viaggio olfattivo senza precedenti. Sono note anche per la loro evoluzione sulla pelle, cambiando e sviluppandosi nel tempo.

La durata è un’altra caratteristica chiave, con molti profumi orientali che rimangono per ore, se non addirittura per tutto il giorno.

La rivoluzione dei social media

Il fascino dei profumi orientali ha trovato terreno fertile sui social media, dove influencer e beauty addicted condividono le loro esperienze sensoriali uniche.

Piattaforme come Instagram, TikTok e YouTube sono diventate vetrine privilegiate per la scoperta e la divulgazione di queste essenze.

Gli utenti sono attratti non solo dalle storie e dalle tradizioni che ogni fragranza racconta, non solo dal racconto delle fragranze intense e persistenti ma anche dall’estetica visivamente accattivante dei flaconi, che spesso riflettono l’opulenza e il lusso delle culture orientali.

Perché ora?

La tendenza dei profumi orientali può essere spiegata attraverso vari fattori. Innanzitutto, c’è una crescente ricerca di autenticità e individualità: in un mondo dove molti prodotti tendono all’omogeneizzazione, questi profumi offrono un’identità olfattiva distintiva e personale.

Inoltre, la globalizzazione ha reso più accessibili culture e tradizioni un tempo considerate remote, suscitando curiosità e fascino.

Infine, la pandemia di COVID-19 ha indotto molte persone a ricercare conforto in fragranze che evocano calore, sicurezza e viaggi esotici, anche quando viaggiare fisicamente era impossibile.

La leggenda di Shalimar, il primo profumo orientale della storia

Shalimar, creato nel 1921 da Jacques Guerlain, è spesso citato come il primo profumo orientale nella storia della profumeria moderna.

La sua creazione fu ispirata dalla leggendaria storia d’amore tra l’imperatore moghul Shah Jahan e la principessa Mumtaz Mahal, per la quale fu costruito il Taj Mahal.

Questa storia d’amore eterna non solo ispirò la creazione di uno dei monumenti più belli del mondo ma anche quella di Shalimar, che cerca di catturare l’essenza di questa passione attraverso la sua composizione olfattiva.

Shalimar fu rivoluzionario per il suo tempo, combinando ingredienti che riflettevano la ricchezza e la sensualità delle culture orientali.

La sua composizione si apre con note fresche e agrumate di limone e bergamotto, che conducono a un cuore di gelsomino, rosa, e iris, per culminare in una base profondamente calda e sensuale di vaniglia, oppoponax, e ambra grigia.

Questa struttura ha impostato un nuovo standard per i profumi, utilizzando una quantità senza precedenti di vanillina, che dà a Shalimar la sua caratteristica firma orientale. www.guerlain.com/it/it-it/p/shalimar-eau-de-parfum-P011355.html

Brand e innovazione

Numerosi brand di bellezza hanno risposto alla tendenza dei profumi orientali, lanciando sul mercato profumi orientali che spaziano dall’alta profumeria ai prodotti più accessibili. Tra i nomi più noti spiccano:

  • Tom Ford, con la sua collezione Private Blend, offre fragranze unisex comeOud Wood” e “Tobacco Vanille“, che sono diventate icone del segmento orientale.
  • The Merchant of Venice, eau de parfum concentrèe ispirato alla regina di Nubia dal nome emblematico “Queen of the night“, vi trasporterà nell’antico Egitto.
  • Byredo e Diptyque offrono interpretazioni contemporanee di note orientali, con “Oud Immortel” e “Oud Palao“, rispettivamente, che mescolano tradizione e modernità.
  • Haute Fragrance Company HFC un profumo lussuoso “Great Way “che evoca la maestosa Via della Seta, con note spiccatamente orientali come oud, zafferano e pepe di Schuan.

-A cura di Samuela Nisi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.