Cerca
Close this search box.

Aiuto! il mio orologio non mi crede

Quando la tecnologia diventa prepotente – Non guardate mai una partita di calcio con il vostro smart watch al polso. Potreste dovere avere a che fare con l’arrivo di soccorsi (indesiderati). Già , potenza delle nuove tecnologie, utilissime quando vi accade realmente qualcosa, ma un po’ invasive quando per caso esultate a un gol della vostra squadra, o sbattete casualmente il polso a una porta. Troppo sensibili questi gingilli elettronici? Forse. Ma in ogni caso prendiamola con il giusto humor.

Sei caduto! Hai bisogno di aiuto! Confermi? – La storia è questa. Atmosfera da derby, partita da ultima spiaggia (o quasi). La serata promette bene, pubblico della grandissime occasioni, stadio tutto esaurito. Si parte. La tua squadra data per soccombente alla vigilia, lotta su tutte le palle. Pressing spaziale, si mette bene, l’atteggiamento è quello giusto. Ma c’è sempre il timore, nel cuore del tifoso, che tutto possa ribaltarsi in pochi minuti. La tensione raggiunge il diapason, quando da uno strappo improvviso l’azione diventa travolgente e parte il primo missile terra-aria. E’ gol, è gol, gooooolllll!. Lo stadio esplode in un boato assordante e tu scatti in trance, mentre il tuo braccio assesta un pugno estasiato al bracciolo della poltrona.Sei caduto, ‘bippa’ il telefono. Caduto? Guardi sgomento lo schermo. Ma che dice? Ho solo assestato un bel pugno al soffice sofà . E no, insiste il telefono: sei caduto e ti sei fatto male. Non è vero, rispondo, sto bene! Sei sicuro di stare bene? Chiamo i soccorsi? Insisto: sto benissimo, non è successo nulla. E allora, annulla la chiamata. D’accordo, stai tranquillo, ribadisco che sto bene, non mi serve soccorso.

Ma, ragazzi, è possibile che mi tocca litigare con il mio orologio? Chi avrebbe mai detto, appena qualche anno fa, che ci toccava convincere la tecnologia a starsene buona e tranquilla? E se oggi siamo messi così, cosa succederà domani, quando l’evoluzione dell’intelligenza artificiale sarà sempre più preponderante?

Per la cronaca: di gol dopo il primo ne sono arrivati ben altri tre. Notte davvero magica! Ma prima di riprendere la visione della partita ho sfilato prudentemente l’orologio e l’ho posato sul tavolino. Meglio non importunare i soccorsi per un gol!

E voi che ne pensate? E’ successo anche a voi? Raccontateci le vostre storie.

– A cura di VAR


Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Italian Beauty Community, e ricevi direttamente nella tua casella di posta i nostri contenuti migliori!

Cliccando su "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali ai fini dell'invio della newsletter ai sensi di cui all'art. 2.2 della privacy policy
This site is registered on wpml.org as a development site.